top of page
  • Immagine del redattoreBen

ECCO LA NUOVA ALFA ROMEO 33 STRADALE!




Pochi minuti fa l’Alfa Romeo ha presentato la nuova Alfa Romeo 33 Stradale. Si tratta di un vero e proprio “manifesto” delle capacità del marchio italiano in termini di stile ed esperienza di guida. Realizzata in soli 33 esemplari esclusivi, utilizzando un processo artigianale unico, la nuova coupé “due posti” unisce l'heritage e il futuro del marchio come simbolo del nobile spirito sportivo italiano.


Ecco le prime immagini e caratteristiche della nuova Alfa Romeo 33 Stradale

Per realizzare un sogno l’ingrediente essenziale è una buona dose di coraggio e un pizzico di sana follia. Stessa ricetta per l'auto considerata da molti una delle più belle di tutti i tempi: la 33 Stradale, lanciata nel 1967. Oggi, con la stessa audacia e la stessa visione, il team Alfa Romeo ha progettato e sviluppato la nuova Alfa Romeo 33 Stradale, un'autentica opera d'arte in movimento, frutto del perfetto connubio tra bellezza e tecnologia.



Il suo obiettivo è regalare l'esperienza di guida più emozionante e il fascino immortale di un'icona a una ristretta cerchia di appassionati, che hanno creduto nel progetto fin dall'inizio. La nuova 33 Stradale è stata creata nel nuovo stabilimento Alfa Romeo Bottega, dove designer, ingegneri e storici del marchio hanno prima ascoltato i potenziali acquirenti e poi hanno prodotto insieme l'auto.


Prodotta dal Centro Stile Alfa Romeo, la nuova 33 Stradale trae ispirazione dallo storico modello del 1967, arricchendone la bellezza scultorea con alcuni elementi di design provenienti dal nuovo linguaggio stilistico Alfa Romeo. L'esterno è caratterizzato da un perfetto equilibrio tra proporzioni, volumi e finiture superficiali e diventa l'emblema della “bellezza necessaria” dell'Alfa Romeo. Il frontale presenta un volume potente e muscoloso, dove risaltano l'emblematico scudo e le forme complesse dei fari a base ellittica.



Il profilo è dinamico e slanciato, la carrozzeria è proiettata in avanti, con superfici modellate secondo i criteri tipici dell'espressione formale Alfa Romeo. Inoltre, grazie all'apertura angolata delle porte e all'ampio tetto apribile avvolgente, il conducente può godere di una visuale unica, molto simile a quella della cabina di pilotaggio di un aereo.


L'immagine complessiva offerta dall'apertura del cofano e delle portiere rafforza l'aspetto teatrale della vettura. Il posteriore “brutale” è bilanciato dal frontale sinuoso e l'altezza massima non è all'altezza del parabrezza, come su qualsiasi altra vettura sportiva, ma al centro del tetto. In particolare, la zona posteriore esprime la forza della vettura attraverso la coda tronca, la grafica a V e i fanali posteriori rotondi. L'efficienza aerodinamica è confermata da un Cd di 0,375 a Cz zero (downlift) per una scelta precisa senza l'ausilio di sistemi attivi.



Anche gli interni si distinguono per il minimalismo del design e dei materiali, tutti studiati per puntare al maggior coinvolgimento possibile nell'esperienza di guida. In particolare, l'abitacolo è stato progettato con l'obiettivo di ridurre al minimo gli elementi che potrebbero distrarre il conducente, come testimonia il numero limitato di pratici comandi durante la guida situati sulla consolle centrale. Direttamente davanti al conducente c'è uno schermo il cui design 3D “telescopico” coinvolge il conducente in un'interazione unica. Il volante, privato di tutti i suoi consueti pulsanti, offre un'esperienza di puro piacere di guida.


Come nella cabina di pilotaggio di un aereo, i comandi sono posizionati a diversi livelli, nella consolle centrale inferiore e ad un livello più alto, installati nel rivestimento centrale all'interno del tetto. Gli interni sono disponibili in due livelli di allestimento: “Tributo” e “Alfa Corse”. La plancia e il tunnel centrale di ispirazione aeronautica utilizzano materiali come alluminio, fibra di carbonio, pelle e Alcantara. I sedili avvolgenti rivestiti in pelle Poltrona Frau reinterpretano quelli del suo predecessore, garantendo comfort ed ergonomia. Ogni dettaglio è studiato per creare un ambiente esclusivo e attraente, preservando l'eredità estetica e tecnica della 33 Stradale del 1967.



La nuova 33 Stradale beneficia quindi del meglio dell'ingegneria Alfa Romeo, come testimoniano le sospensioni double-link con ammortizzatori attivi e l'evoluzione del motore 2.9 V6. La nuova edizione speciale Alfa Romeo può essere equipaggiata con un motore V6 biturbo. oltre 620 cavalli oppure può essere offerto in una configurazione BEV da oltre 750 cavalli. Le prestazioni sono eccezionali in entrambe le versioni. Nella versione elettrica l'autonomia raggiunge i 450 km.


La velocità massima è di 333 km/h e accelera da 0 a 100 km/h in meno di tre secondi. Le sospensioni a doppio braccio con ammortizzatori attivi e l'asse anteriore rialzato garantiscono maneggevolezza e comfort. L'impianto frenante Alfa Romeo Brake-By-Wire e i freni carboceramici Brembo garantiscono prestazioni di alto livello. Il telaio ad H e la monoscocca in alluminio i








1 visualizzazione0 commenti

Comments


bottom of page